Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

martedì 17 giugno 2014

Sudafrica, dopo Mandela e dopo le elezioni l’economia è la grande sfida e la grande speranza

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  17 giugno 2014  alle  6:00.

Il Sudafrica è il paese africano che più ha risentito all’interno del continente degli effetti della crisi globale. Un fatto dovuto al grande tasso di sviluppo di quella che generalmente viene definita la locomotiva d’Africa e che proprio per questo motivo è più collegata di altre economie subsahariane ai grandi circuiti internazionali.sudafricaelezioni2
Dopo la morte di Nelson Mandela, padre del nuovo Sudafrica sorto alla fine del regime di apartheid, l’African national congress alle urne ha comunque visto confermata la sua leadership nonostante gli scandali legati al capo di Stato Jacob Zuma.
I prossimi anni saranno ora decisivi per far riparire un’economia che nel 2014 vedrà il pil aumentare soltanto del 2,7%. Un tasso di crescita modesto se confrontato con quello fatto registrare da altri paesi del continente africano.
Allo stesso tempo, al di là del rallentamento, il Sudafrica ha anche visto crescere la concorrenza all’interno dell’Africa stessa, con diverse nazioni diventate capaci di attrarre capitali e investimenti. Un processo simboleggiato perfettamente dall’annuncio recente delle autorità nigeriane, che hanno ricalibrato i parametri di calcolo della ricchezza nazionale. Secondo Abuja, sarebbe la Nigeria adesso la prima economia africana.
Al di là degli anni nigeriani, dopo aver goduto per anni del dividendo di pace e democrazia, è evidente che Pretoria si trova adesso a dover affrontare diverse situazioni critiche, la prima delle quali è la disoccupazione.
Al Sudafrica ha dedicato un ampio focus la rivista ‘Africa e Affari’ che ha tracciato punti forti e debolezze di un paese ancora locomotiva d’Africa, ma ora insidiato nel suo ruolo di leadership continentale.

martedì 3 giugno 2014

Mozambico: Elezioni presidenziali, Nyusi formalizza la sua candidatura

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  3 giugno 2014  alle  6:00.

Filipe Nyusi, ex ministro della Difesa e membro del Fronte di liberazione del Mozambico (Frelimo, al governo dalla fine della guerra civile), ha formalizzato la sua candidatura alle elezioni presidenziali previste il prossimo 15 ottobre, presentando alle autorità competenti i documenti necessari.mozambicoguebuzanyussi
Nyusi è il primo tra i candidati alle presidenziali ad aver formalizzato la propria posizione.
A darne notizia sono i media nazionali, aggiungendo che alle elezioni di ottobre – che serviranno per eleggere un nuovo capo dello Stato e rinnovare i membri del Parlamento e delle assemblee provinciali – hanno intenzione di concorrere in tutto 30 partiti politici, tre coalizioni e due gruppi civici indipendenti.
La Commissione elettorale (CNE) ha approvato finora la partecipazione di 27 movimenti politici (tra i quali tutti e tre i principali partiti nazionali: Frelimo, Renamo e MDM); restano aperte le posizioni di otto raggruppamenti, che hanno presentato domanda nell’ultima giorno in cui era possibile registrarsi.
I partiti avranno adesso tempo fino al 21 luglio per presentare i loro candidati alla CNE.